Donna che si spazzola i denti
Donna che si spazzola i denti

VEDI DEL SANGUE QUANDO TI LAVI I DENTI?

Fai scorrere lo schermo verso il basso per leggere i sintomi

VEDI DEL SANGUE QUANDO TI LAVI I DENTI?

  • Immagine rappresentativa del sanguinamento gengivale

    Le gengive sane non sanguinano, quindi se noti del sangue quando ti lavi i denti o usi il filo interdentale, potrebbe essere il segno che stai sviluppando un disturbo gengivale.

    Il sanguinamento gengivale può essere causato dalla placca, una pellicola di batteri che si forma costantemente attorno e sul bordo gengivale. Se non viene rimossa, può portare a gengive irritate e sanguinamento. Se vedi del sangue quando ti lavi i denti potrebbe essere un primo segno di disturbi gengivali che, se non trattati in tempo, potrebbero portare alla perdita del dente.

    Scopri di più

  • Immagine rappresentativa dell'accumulo di batteri sopra le gengive

    Alito cattivo, o alitosi, può essere causato da diversi fattori ma potrebbe essere il segnale di un disturbo gengivale.

    L'accumulo di placca batterica è una delle principali cause di sanguinamento gengivale e anche una delle cause che provocano l'alito cattivo.

    Infatti i batteri presenti nella bocca, quando decompongono i residui di cibo, possono liberare gas dall’odore sgradevole.

    Questo può portare ad avere un alito cattivo, una condizione imbarazzante e un segnale precoce di un possibile disturbo gengivale.

    Scopri di più

  • Immagine esemplificativa di gengive gonfie

    Le gengive  infiammate possono apparire rosse e gonfie. Questo potrebbe essere uno dei primi segnali di un disturbo gengivale.

    La causa più comune di questa infiammazione o gonfiore gengivale è la placca batterica che si accumula sopra e intorno al dente. Se non viene rimossa (di solito lavandosi i denti),  la placca batterica può provocare il rigonfiamento  delle gengive attorno al dente. Questa infiammazione può propagarsi anche agli altri tessuti di sostegno del dente e provocare problemi più gravi.

    Scopri di più

  • Immagine esemplificativa di recessione gengivale

    Quando le gengive si ritirano dai denti, esponendone le radici si parla di recessione gengivale.

    Il primo sintomo tende ad essere una maggiore sensibilità dentale, ma potresti anche notare un dente che sembra più lungo del normale o avere la sensazione che le gengive appaiano diverse. Nonostante sia un problema dentale comune, la recessione gengivale non dovrebbe essere ignorata perchè potrebbe essere un primo segnale di disturbo gengivale.

    Scopri di più

  • Immagine rappresentativa della peridita del dente

    La perdita del dente può essere causata da una condizione più grave di disturbo gengivale, la parodontite.

    La parodontite è un’infezione batterica dei tessuti - gengive, legamento parodontale e osso alveolare -che circondano e sostengono i denti, chiamati collettivamente parodonto. Si può arrivare a questo stadio quando sintomi e segni come il sanguinamento gengivale causato da gengivite vengono trascurati.

    La parodontite è una condizione irreversibile che può portare alla perdita del dente. È quindi importante trattare i primi sintomi di disturbo gengivale per evitare che la condizione peggiori.

    Scopri di più