Disturbi gengivali: verità o luogo comune?

I disturbi gengivali colpiscono molte persone in tutto il mondo. Esistono anche numerosi luoghi comuni sui disturbi gengivali che si sono diffusi col passare del tempo.

Ecco alcuni dei luoghi comuni più frequenti sui disturbi gengivali che potresti sentire, con qualche informazione utile da tenere presente quando si parla di cause e trattamenti dei disturbi gengivali.

1. LE GENGIVE SANGUINANO SOLO AGLI ANZIANI - LUOGO COMUNE

Il sanguinamento gengivale è un sintomo comune di disturbo gengivale, provocato spesso dall’accumulo di placca sui denti e fra gli spazi interdentali. Può colpire persone di ogni età, anche se il problema è meno comune nei bambini.

2. LE GENGIVE CHE SI RITIRANO NON TORNANO COME PRIMA - VERO

Le gengive che si ritirano, tornano come prima? No, le gengive che si ritirano poi non tornano più come prima. L’uso regolare del filo interdentale e di un dentifricio al fluoro come parodontax può aiutare a prevenire ulteriori accumuli di placca e a impedire che la recessione gengivale peggiori.

I dentifrici parodontax sono dispositivi medici CE. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni d'uso. Aut. Min del 09/10/2017.

3. SPAZZOLARE TROPPO FORTE PUÒ FAR SANGUINARE LE GENGIVE - VERO

Spazzolare troppo forte i denti può far sanguinare le gengive, ma il sanguinamento potrebbe anche essere un segno di disturbo gengivale (gengivite), quindi parla sempre con il tuo dentista se noti del sangue quando ti lavi i denti. Quando ti lavi i denti, è importante non applicare troppa pressione. Usa uno spazzolino manuale o elettrico con una testina piccola e setole morbide con punta arrotondata, compiendo con cautela un movimento circolare o ellittico e facendo particolare attenzione al bordo gengivale (il punto in cui la gengiva incontra il dente). Si raccomanda inoltre di sostituire lo spazzolino ogni tre mesi.

4. I DISTURBI GENGIVALI NON SONO SEMPRE DA TRATTARE - LUOGO COMUNE

La gengivite è il primo stadio del disturbo gengivale ed è risolvibile con il trattamento giusto e delle buone abitudini di igiene orale quotidiana. Ma se non viene trattata, può portare a un disturbo gengivale più grave, detto parodontite, che è irreversibile, non risolvibile e alla fine può provocare la perdita del dente.

5. DEVO ANDARE DAL DENTISTA SOLO QUANDO C’È UN PROBLEMA - LUOGO COMUNE

Se sospetti di avere uno qualsiasi dei segni di disturbo gengivale, compreso il sanguinamento delle gengive dopo l’uso dello spazzolino o del filo interdentale, parlane con il tuo dentista il prima possibile. Ad ogni modo, devi anche fare controlli regolari secondo le indicazioni del dentista, anche se credi che tutto sia a posto. Il dentista può individuare segni di disturbo gengivale o altri problemi prima che si sviluppino sintomi, aiutandoti a fermare l’evoluzione del disturbo gengivale prima che le cose peggiorino.